BIBLIOTECA NAZIONALE UNIVERSITARIA DI TORINO

Presentazione del libro: "Non v'impegnerò il cuore - Antonia Maria di Castellamonte nella Torino Barocca"

Un viaggio romantico nella Torino seicentesca del duca Carlo  Emanuele II e della seconda Madama Reale, Giovanna Battista di Savoia Nemours, che culminerà poi nel regno di Vittorio Amedeo II sovrano di  Sardegna e Sicilia, rivive con delicatezza e con romanticismo nel romanzo di Maria Teresa Reineri, dove primeggia la figura incantevole di Antonia Maria di Castellamonte, figlia del conte Amedeo, che con il padre Carlo progettò e edificò il volto della nuova città: basterebbe menzionare Palazzo Reale, il San Giovanni vecchio e le chiese di Santa Cristina e San Salvario.
Antonia Maria di Castellamonte  è una donna che sente precocemente l’indipendenza del cuore rispetto alle convenzioni istituzionali e ai legami patrimoniali e che con uno spiccato gusto artistico - una predisposizione naturale per il disegno a cui cerca di imprimere una direzione non dilettantistica. Ma insieme, una pur perturbata cognizione di indipendenza affettiva e di libertà mentale che la strappano ai tempi di precostituite finzioni.

Invito